Lunedì - Mercoledì - Venerdì 08:00 - 22:00 | Martedì - Giovedì 07:00 - 22:00 | Sabato 09:00 - 18:00 | Domenica 09:00 - 13:00
Chiamaci: 049 597 9264
Lunedì - Mercoledì - Venerdì 08:00 - 22:00 | Martedì - Giovedì 07:00 - 22:00 | Sabato 09:00 - 18:00 | Domenica 09:00 - 13:00
Chiamaci: 049 597 9264
Blog
  • Home Page
05
04
2021

Simhasana: la posizione del leone

Scritto da Giada Tessari 0

Con questo articolo continuo con il presentarti alcune posizioni dello yoga in modo che tu possa svolgerle al meglio. Ogni asana contiene un messaggio per noi, mettendole assieme in una lezione perseguono uno scopo, un obiettivo. Ci saranno anche articoli con obiettivi specifici come: aiutare l’inizio della giornataaiutare il sonnodiminuire i fastidi del ciclo mestruale,…Ti ricordo che nello yoga l’asana è caratterizzato da equilibrio tra forza dell’azione e radicamento interiore, espresso in modo stabile e confortevole. Cerca di praticare Simhasana con accoglienza e dolcezza verso te stesso. Simhasana è una posizione di Hatha Yoga molto particolare perché viene realizzata con la bocca e ricorda proprio un leone che ruggisce. In questo articolo vediamo insieme qual è il suo significato, come si pratica e tutti i suoi benefici. Sei pronto? Iniziamo subito allora! Come tutti i termini che indicano delle Asana, anche la parola Simhasana viene dal sanscrito ed è formata da due parole:

  • Simha, che significa leone
  • Asana, che significa posizione.

Per questo motivo Simhasana viene chiamata anche la posizione del leone. È un’Asana anche un po’ diversa e particolare delle altre e il motivo è presto detto: dovrai assumere la posizione di un leone, con gli occhi incrociati, ed emettere una sorta di ruggito. Sembra davvero divertente e strana, (non a caso è amatissima dai bambini) ma questa posizione ha la capacità di eliminare tutte le tossine e le emozioni negative dal tuo corpo.

Prima di praticarla, non dimenticare di avvisare i tuoi familiari o chi è in casa con te, in modo da non farli spaventare se ti sentono emettere suoni strani ?

COME ESEGUIRE

La postura del leone si pratica partendo da Vajrasana. In ginocchio ci si siede sui talloni. Il busto è eretto, leggermente piegato in avanti. I palmi delle mani, a ventaglio, sono ben appoggiati alle ginocchia. Le dita delle mani sono distese e distanziate tra loro. Inizialmente gli occhi sono chiusi, ma non serrati. Si inspira in modo profondo con il naso e l’espiro avviene dalla bocca, che si spalanca immaginando la bocca di un leone e si spinge in fuori la lingua producendo il suono “ah”. Nell’espiro si aprono completamente gli occhi portando lo sguardo verso il centro fra le sopracciglia.

Esiste una variante di Simhasana, che consiste nel portare le mani appoggiate al pavimento, tra le ginocchia, con le dita rivolte verso il corpo. il busto si appoggia sulle braccia tese. La testa viene inclinata all’indietro. Poi con l’inspiro e con l’espiro si procede come descritto precedentemente. Eseguendo quest’asana la respirazione è lenta e profonda e l’attenzione viene posta sui movimenti della lingua e sul suono vocale prodotto.

CONSIGLI
  • Questa posizione deve essere eseguita con prudenza se soffri di disturbi alle articolazioni delle ginocchia: utilizza un cuscino o un asciugamano piegato dietro il ginocchio, dove si piega, per ampliare l’angolo di piegamento. Altrimenti puoi anche eseguire la posizione da seduto.
  • Pratica questa asana con attenzione e gentilezza se hai recentemente subito un intervento a livello della gola, collo o viso.
BENEFICI

Praticando Simhasana regolarmente, puoi ottenere numerosi benefici psicofisici:

  • Calma la mente
  • Libera dallo stress
  • Aiuta a gestire meglio le emozioni, in particolar modo quelle negative, come la rabbia
  • Rilassa e tonifica i muscoli del collo e delle spalle
  • Rinforza il sistema immunitario
  • Migliora le funzioni dell’apparato respiratorio
  • Migliora il tono e la modulazione della voce
  • Previene l’alitosi
  • Distende i muscoli del viso
  • Rimuove le tossine dal corpo
  • Allieva dal disturbo di bruxismo
  • Accelera la guarigione di raffreddore e mal di gola
  • Favorisce la concentrazione e l’intuizione
CHAKRA ATTIVATO

Simhasana attiva Anahata chakra, il chakra del cuore, e Vishuddha chakra, il chakra della gola. Durante l’esecuzione dell’asana potresti avvertire una espansione e attivazione dell’energia a questi livelli: purezza, aspirazione spirituale, grazia, apertura, intuizione, fiducia.

IN QUALI ATTIVITÀ

Potrai eseguire questo asana in tutte le pratiche yoga: dall’Hatha yoga allo Yoga in volo, dal Flow Yoga allo Yoga con i bambini come pure nel corso Genitori e figli incontrano lo yoga. Vi aspetto a Cittadella e a San Martino di Lupari.