Lunedì - Venerdì 08:00 - 22:00 | Martedì e Giovedì dalle 6.00 | Sabato 09:00 - 18:00 | Domenica 09:00 - 13:00
Chiamaci: 049 597 9264
Lunedì - Venerdì 08:00 - 22:00 | Martedì e Giovedì dalle 6.00 | Sabato 09:00 - 18:00 | Domenica 09:00 - 13:00
Chiamaci: 049 597 9264
Blog
  • Home Page
26
09
2018

I 7 Chakra

Scritto da Giada Tessari 0

La dottrina dei 7 Chakra, i centri di energia del corpo umano, è una delle più antiche sviluppate sulla conoscenza e comprensione del nostro organismo e del suo funzionamento. Anche se la dottrina dei Chakra affonda le proprie radici in un passato assai remoto, è stato dimostrato che esisteva in culture assai diverse tra loro. Le più antiche testimonianze risalgono al 3000 a. C. circa e sono collocabili nell’area geografica che oggi corrisponde a India, Nepal e Tibet. In Europa la testimonianza più antica risale alla dinastia dei Merovingi in Franconia (V – VI d. C.): i re Merovingi, allo stesso modo dei lama tibetani di quell’epoca, si facevano praticare un foro spirituale nella calotta cranica proprio in corrispondenza del Chakra della corona.

Fine ultimo del lavoro sui Chakra è consentire alla persona di vivere consapevolmente la propria totalità. Via via che l’allievo procede nel suo cammino, apprende in misura sempre maggiore a concepire se stesso come indiscindibile unità composta da corpo spirito e anima; impara che la sua condizione fisica mentale e psicologica dipende dall’attività di energie così sottili da essere quasi impercettibili, che scorrono nel suo corpo. Proprio queste energie uniscono indicibilmente corpo, spirito e anima.

I sette Chakra rappresentano i centri di energia del nostro corpo, i punti nei quali si concentra il flusso di energia. Ogni Chakra ha una propria sfera di influenza, che si estende in egual misura sulla nostra struttura fisica e sulla nostra condizione mentale e psicologica.

La traduzione della parola Chakra può rendere un’immagine efficace di questi centri di energia: essa deriva dal sanscrito, la lingua sacra degli indù, e significa ruota, oppure vortice di energia

Effettivamente paragonabili a vortici, mulinelli di un corso d’acqua, i chakra compiono un movimento circolare ininterrotto: un chakra è quindi un punto di energia più intenso. L’immagine del vortice esprime assai bene il carattere dinamico dei chakra. La dottrina dei Chakra è da sempre associata allo yoga (che significa giogo, legame) come disciplina volta a collegare l’individuo con il divino attraverso l’uso di pratiche mentali fisiche che uniscono la nostra vita mondana e spirituale.Questo scopo viene raggiunto passando attraverso degli stadi di stati di coscienza sempre più evoluti: i chakra rappresentano questi stadi. Si dice che i chakra abbiano una posizione benché in senso fisico non esistano. Queste posizioni possono variare leggermente da persona a persona, ma rimangono comunque costanti nel loro generale rapporto l’uno con l’altro. Benché non possano essere visti o ritenuti delle entità materiali, i chakra sono evidenti nella forma del nostro corpo fisico, negli schemi che si manifestano nella nostra vita e nel modo in cui pensiamo, sentiamo e affrontiamo le situazioni che la vita ci presenta. “Allo stesso modo in cui vediamo il vento attraverso il movimento delle foglie dei rami, è possibile vedere i chakra da quanto ci creiamo intorno”.

I Setti vortici dei Chakra vengono creati dalla combinazione di due principi attivi: la coscienza e la materia. Si comprende quindi come lo sviluppo dei Chakra segua in parallelo lo sviluppo della persona a partire dal suo formarsi nel grembo materno. Ad ogni Chakra corrisponde un diritto, il fatto che questo diritto venga accolto e vissuto pienamente, comporterà il formarsi dei Chakra e dei diritti successivi come nel procedere della crescita di un albero. Ecco il motivo per cui, a partire da questo articolo, prenderemo in considerazione ogni Chakra dapprima con una presentazione generale, successivamente seguendo il suo sviluppo in parallelo all’età. Di seguito una schematizzazione semplice di età, diritto e altre informazioni correlata al chakra. Questo lavoro e questa metodologia sta alla base di tutte le nostre attività di Yoga: dall’Hatha Yoga allo Yoga con i bambini, dal Flow Yoga allo Yoga in famiglia fino allo Yoga in volo in quanto generatrice di asana e lezioni, sia nella sede di Cittadella che in quella di San Martino di Lupari.

Primo chakra Secondo chakra Terzo chakra Quarto chakra Quinto chakra Sesto chakra Settimo chakra
Nome in sanscrito

Muladhara 

radice

Svadhisthana

dolcezza

Manipura

gemma lucente

Anahata

non colpito

Vissudha

purificazione

Ajna

percepire

Sahasrara

dai mille petali

Posizione

Base della colonna vertebrale

Addome, genitali, lombi e anche

Plesso solare

Zona del cuore

Gola

Sopracciglia

Sommo della testa, corteccia cerebrale

Diritto

Esserci, avere

Sentire, volere

Agire

Amare ed essere amato

Parlare ed essere ascoltato

Vedere

Conoscere

Obiettivi

Stabilità, basi, salute fisica, prosperità, fiducia

Fluidità, piacere, salute sessuale, sentimento

Vitalità, spontaneità, forza di volontà, finalità, autostima

Equilibrio, compas-sione, auto-accettazione, buone relazioni

Comuni-cazione chiara, creatività, risonanza

Percezione psichica, interpretazio-ne accurata, immaginazio-ne, chiarezza di vedute

Saggezza, conoscenza, consapevo-lezza, connessione spirituale

Orienta-mento

Auto-conservazione

Auto-gratificazione

Auto-definizione

Auto-accettazione

Auto-espressione

Auto-riflessione

Auto-conoscenza

Età di sviluppo

Nell’utero fino ai 12 mesi

Dai 6 mesi ai 2 anni

Dai 18 mesi ai 4 anni

Dai 4 anni ai 7 anni

Dai 7 anni ai 12 anni

Adolescenza

Corso della vita

Identità

Fisica

Emozionale

Ego

Sociale

Creativa

Archetipa

Universale

Demone

Paura

Senso di colpa

Vergogna

Identifica-zione con il dolore

Bugie

Illusione

Attaccamento

Eccesso

Pesantezza, pigrizia, monotonia, obesità, accaparra-mento, materialismo, avidità

Iperemoti-vità, confini labili, dipendenza sessuale, attaccamenti eccessivi

Dominanza, critica, aggressività, dispersione, iperattività

Codipen-denza, confini labili, possessività, gelosia

Parlare eccessivo, incapacità di ascolto, prolissità, balbuzie

Emicrania, incubi, allucinazioni, illusioni, incapacità di concentrarsi

Iperintellat-tualismo, ossessioni spirituali, confusione, dissociazione

Difetto

Paure frequenti, mancanza di disciplina, irrequietezza, sottopeso, droga

Frigidità, impotenza, rigidità, ottusità emozionale, timore del piacere

Volontà debole, mancanza di autostima, passivo, trascurato, pauroso

Timido, solitario, mancanza di empatia, amaro, critico

Timore di parlare, scoordina-mento, afasia

Cattiva memoria, cattiva vista, incapacità di vedere l’insieme, negazione

Difficoltà di apprendi-mento, scetticismo spirituale, visioni limitate, materialismo, apatia