Lunedì - Venerdì 08:00 - 22:00 | Martedì e Giovedì dalle 6.00 | Sabato 09:00 - 18:00 | Domenica 09:00 - 13:00
Chiamaci: 049 597 9264
Lunedì - Venerdì 08:00 - 22:00 | Martedì e Giovedì dalle 6.00 | Sabato 09:00 - 18:00 | Domenica 09:00 - 13:00
Chiamaci: 049 597 9264
Blog
  • Home Page
07
11
2018

Sukhasana: la posizione felice

Scritto da Giada Tessari 0

Con questo articolo voglio iniziare a presentarvi alcune posizioni dello yoga (asana) in modo che possiate svolgerle al meglio. Ogni asana contiene un messaggio per noi, mettendole assieme in una lezione perseguono uno scopo, un obiettivo. Ci saranno anche articoli con un obiettivi specifici come: aiutare la digestione, aiutare il sonno, diminuire i fastidi del ciclo mestruale,…

Vi ricordo che nello yoga l’asana è caratterizzato da equilibrio tra forza dell’azione e radicamento interiore, espresso in modo stabile e confortevole.

Per migliaia di anni, le persone di ogni parte del pianeta si sono sedute a terra con le gambe incrociate (come in Sukhasana). Anche se questa posizione seduta sembra semplice e di uso comune, quando viene eseguita con consapevolezza, ha il potere di coinvolgere profondamente in uno stato meditativo e di gioia. La posizione ha lo scopo di raggiungere un rilassamento e favorire la meditazione. È la più semplice delle posizioni sedute e per ciò è favorita dai principianti e da coloro che hanno problemi articolari alle gambe. La prima difficoltà di questa posizione risiede nel mantenere le gambe rilassate mentre si allunga la spina dorsale e il petto. 

Sostegno con cuscinetto

Una postura di Sukhasana ben allineata crea le condizioni per suggerire al corpo e alla mente un rilassamento armonico. Questa asana è consigliata per effettuare le tecniche di pranayama o per la meditazione, ed è indicata sopratutto per chi ha una flessibilità ridotta a livello delle anche e non riesce ad eseguire o a mantenere a lungo altre posizioni sedute come Vajrasana o Padmasana.

COME ESEGUIRE LA POSIZIONE

Posizionarsi seduti con le gambe intrecciate, i piedi sono sovrapposti al livello dei talloni, con il lato esterno della pianta del piede a terra. Le ginocchia sono leggermente sospese. Le mani si appoggiano sulle ginocchia corrispondenti. Le spalle devono essere rilassate. Gli occhi rimangono chiusi.

VARIAZIONI DI SUKHASANA

Esistono diverse varianti a Sukhasana, tra le quali :

Guptasana

  • Guptasana o posizione del nascondimento: prevede l’incrocio delle gambe con i talloni sovrapposti e le piante dei piedi girate verso l’alto, come a nascondere i genitali.
  • Muktasana o posizione della libertà: prevede l’incrocio delle gambe con i talloni sovrapposti

    Muktasana

  • Siddhasana o posizione perfetta: prevede l’incrocio delle gambe con i piedi sovrapposti davanti al perineo

    Siddhasana

  • Svastikasana o posizione della fortuna: prevede l’incrocio delle gambe con i piedi posti dietro il ginocchio della gamba opposta
  • Padmasana o posizione del loto: prevede l’incrocio delle gambe con i piedi sopra le cosce

Ottimizza la tua posizione

 

Prova queste modifiche per esplorare al meglio la “Posizione Facile”:

  1. Per supportare le anche: siedi su più coperte ripiegate, in modo tale che la posizione delle ginocchia sia confortevole e allo stesso livello delle anche.

    Padmasana

  2. Per il dolore alle ginocchia: metti dei calzettoni ripiegati dietro le ginocchia prima di piegare gli stinchi, oppure supporta il piegamento con delle coperte.
  3. Per sostenere la parte bassa della schiena: se questa si affatica o ti crea dolore, appoggiati a un muro: magari con il supporto di un cuscino.
  4. Per l’irrigidimento delle spalle: intreccia le dita e allunga le braccia sopra il capo. Ripeti diverse volte, finché non provi sollievo alle spalle e ai muscoli del collo.

BENEFICI

  • Rinforza i muscoli e le articolazioni di tutta la colonna vertebrale.
  • Tonifica le articolazioni delle  anche e delle ginocchia.
  • Stabilizza il corpo e calma la mente.
  • Amplifica lo stato di serenità e tranquillità.
  • Favorisce una respirazione profonda.
  • Riduce ansia e stress.
  • Permette una immobilità del corpo di lunga durata senza sforzo eccessivo.

CONTROINDICAZIONI E PRECAUZIONI

Sukhasana è abbastanza semplice da eseguire per la maggior parte delle persone. Tuttavia è bene eseguirla con prudenza nel caso di infortuni al ginocchio recenti o cronici, problemi articolari e infiammatori a livello delle anche e del bacino, disturbi della colonna vertebrale.

ACCETTAZIONE DI SE’

Mentre mediti in questa posizione, rivolgi la tua attenzione al desiderio di amarti e di accettarti così come sei. Stringi nell’abbraccio anche i dubbi, le giornate storte, le paure, le cose che non ti piacciono, i mali vissuti, anche pensando a tutti gli errori e orrori che hai commesso nella tua vita: comincia ad amarti comunque. Rifletti su queste parole di Yogananda: “Dio ci ama quando gli altri ci si rivoltano contro”, il che include anche le volte in cui noi ci rivoltiamo contro noi stessi.

CHAKRA ATTIVATO

Sukhasana attiva attiva Svadhisthana chakra, il secondo chakra. Durante l’esecuzione dell’asana potresti avvertire un flusso di energia salire lungo le gambe e la schiena e una espansione e attivazione dell’energia a questi livelli: creatività, fantasia, sensualità.

IN QUALI ATTIVITA’

Potrai eseguire sukhasana in tutte le pratiche yoga: dall’Hatha yoga allo Yoga in volo, dal Flow Yoga allo Yoga con i bambini. E’ la posizione iniziale nel corso “Genitori e figli incontrano lo yoga“. Vi aspetto a Cittadella e a San Martino di Lupari.