Lunedì - Mercoledì - Venerdì 08:00 - 22:00 | Martedì - Giovedì 07:00 - 22:00 | Sabato 09:00 - 18:00 | Domenica 09:00 - 13:00
Chiamaci: 049 597 9264
Lunedì - Mercoledì - Venerdì 08:00 - 22:00 | Martedì - Giovedì 07:00 - 22:00 | Sabato 09:00 - 18:00 | Domenica 09:00 - 13:00
Chiamaci: 049 597 9264
Blog
  • Home Page
27
09
2020

Sperimenta il settimo chakra

Scritto da Giada Tessari 0

Ho già dedicato due articoli a Sahasrara: uno introduttivo e uno su come mantenerlo integro, perché un terzo? In primis perché non si finisce mai di approfondire un argomento tanto vasto come l’essere umano, poi perché sono curiosa e mi piace imparare cose nuove, e quando le ho imparate mi piace donarle agli altri. Ma torniamo a noi: Sahasrara, è da qui che è iniziato il nostro viaggio nella materia. La sua vera natura è supremo spirito. Tutto il sapere che abbiamo finora accumulato non ci serve per entrare in contatto con l’energia del settimo chakra, soprattutto se ci sforziamo con la nostra volontà, il nostro “voler avere”. Il settimo chakra è il luogo in noi in cui l’individuale e il sovra-individuale si incontrano. Non è quindi semplice proporvi delle esperienze per percepire e sperimentare questo chakra dove le cose accadono senza cercarle, nella consapevolezza e nell’illuminazione. Voglio darvi comunque alcuni spunti.

Il loto

Come il fiore di loto, emergendo dal fango, splende nella luce puro e in tutta la sua bellezza, così anche la vera essenza dell’essere umano resta pura e immacolata lungo il suo cammino attraverso l’oscurità e il tormento della vita, finché diventa visibile e irradia verso l’esterno nel processo di illuminazione. La vera essenza dell’essere umano è completa fin dall’inizio, nulla le deve essere tolto e nulla le deve essere aggiunto, e può manifestarsi in qualsiasi momento, quindi anche ora, in questo istante. Medita sul fiore di loto, sulle sue radici immerse nel fango, sulle sue foglie che non si lasciano infangare, sul suo fiore splendente di purezza.

Meditazione sulla luce dei chakra

Si tratta di una meditazione tibetana: buona meditazione.

  • Siedi diritto in Sukasana, concentrati sul respiro e comincia dolcemente a rilassare tutto il corpo iniziando dai piedi per passare poi alle gambe, bacino, addome, torace, spalle, braccia, mani, collo, occhi, nuca, mascelle, labbra.
  • Continuando a respirare in modo sciolto e tranquillo, visualizza, per circa 3-5 minuti, una luce rossa del diametro di circa mezzo centimetro, sei dita sotto l’ombelico. Il suo colore non assomiglia a nulla che consociamo, è luminosa e trasparente, irradia e attraversa tutto ed ha una qualità spirituale. È forte e potente ma al contempo piena di profonda pace e compassione: fai risuonare tutto questo in te.
  • Passa ora mentalmente al centro dell’ombelico e visualizza, per circa 3-5 minuti, una sfera di luce di color giallo splendente.
  • Nel chakra dello stomaco visualizza una luce gialla come il sole, splendente, respira tranquillamente.
  • Passa ora al centro del cuore e visualizza una sfera di luce di un profondo e luminoso blu.
  • Nel chakra della gola torna a visualizzare la sfera rossa che avevi visto in basso.
  • Infine, sul sesto chakra, visualizza una sfera di luce bianca abbagliante che irradia su tutta la testa.
  • Torna a rivolgere la tua attenzione ai piedi, poi alle mani, alla nuca, alla bocca, all’intero corpo.
  • Concediti alcuni minuti di riposo
Beatitudine

Adoro i bambini, soprattutto quelli appena nati, trasudano sacralità, sembrano essere ancora pregni della spiritualità che ci appartiene, ma che tendiamo a perdere vivendo occupati da mille preoccupazioni. Per me osservare un bambino piccolo che dorme è osservare la beatitudine. E voi, come eravate da piccoli’ riuscite a tornare a quel sorriso beato che avevate?

  • Siedi in Sukasana, respira tranquillamente e rilassa il tuo corpo. Quando sei pronto, lascia emergere il tuo sorriso interiore.
  • Per uno o due minuti manda questo sorriso in ogni parte del corpo, iniziando dal quarto chakra, inspira attraverso il naso, sorridi e manda il tuo espiro rilassato assieme alla calda forza risanatrice del tuo sorriso al centro del tuo cuore.
  • Passa ora al centro della radice: il tuo espiro ed il tuo sorriso sono rivolti ai tuoi piedi.
  • Passa poi ad inviare espiro e sorriso al centro dell’ombelico, poi al plesso solare lasciando che l’espiro diventi più dolce e rilassato.
  • Respira quindi, come hai fatto finora, nel cuore e nelle mani.
  • Sei ora giunto al chakra della gola: immagina che l’espiro ed il tuo sorriso espandano dal chakra della gola.
  • Passa quindi al sesto chakra, alla fronte ed infine al chakra della corona: il tuo respiro ora è completamente rilassato ed il tuo sorriso libero e sciolto.
  • Rimani ancora in questo stato immaginando che ora il tuo sorriso raggiunga completamente tutti i chakra.
  • Stenditi infine a terra e riposati.

Puoi praticare alcuni, ed altri, durante le lezioni di Yoga, che nel nostro centro sono molte e varie: Hatha Yoga, Yoga in voloFlow YogaQuantic Yoga, e anche il corso Genitori e figli incontrano lo Yoga. Questi esercizi così avanzati non vengono invece proposti nelle lezioni di Balyayoga, ovvero lo Yoga con i bambini. Ti ricordo che puoi provare una lezione prenotandola o a Cittadella o a San Martino di Lupari: io e i miei istruttori ti aspettiamo.