Lunedì - Mercoledì - Venerdì 08:00 - 22:00 | Martedì - Giovedì 07:00 - 22:00 | Sabato 09:00 - 18:00 | Domenica 09:00 - 13:00
Chiamaci: 049 597 9264
Lunedì - Mercoledì - Venerdì 08:00 - 22:00 | Martedì - Giovedì 07:00 - 22:00 | Sabato 09:00 - 18:00 | Domenica 09:00 - 13:00
Chiamaci: 049 597 9264
Blog
  • Home Page
10
08
2020

Mayurasana: la posizione del pavone che sconfigge i veleni

Scritto da Giada Tessari 0

Con questo articolo continuo con il presentarti alcune posizioni dello yoga in modo che tu possa svolgerle al meglio. Ogni asana contiene un messaggio per noi, mettendole assieme in una lezione perseguono uno scopo, un obiettivo. Ci saranno anche articoli con un obiettivi specifici come: aiutare la digestione, aiutare il sonno, diminuire i fastidi del ciclo mestruale… Oggi prendo in esame Mayurasana, detta anche posizione del pavone, che è una delle asana più sfidanti del repertorio delle pose yoga sulle braccia.

Mayura (मयूर) in Sanskrito significa pavone, uno degli uccelli sacri della mitologia hindu. La posizione del Pavone è una particolare postura dello Yoga che vede un forte impegno fisico per la sua riuscita. Tutta la muscolatura del corpo è chiamata a lavorare per poter sostenersi in appoggio sulle braccia mantenendo il corpo sospeso. La posizione corretta vuole che gli avambracci siano ben a contatto tra di loro, in modo che i gomiti vadano a fare una forte pressione sull’addome, dove viene a scaricarsi tutto il peso. Così facendo, la posizione, oltre che a ricordare le fattezze di un Pavone con la coda raccolta, svolge importanti funzioni terapeutiche: come i Pavoni sono in grado di uccidere i serpenti, Mayurasana, veniva usata in India per distruggere i veleni. Ricordo che nello yoga l’asana è caratterizzato da equilibrio tra forza dell’azione e radicamento interiore, espresso in modo stabile e confortevole. Cerca di praticare Mayurasana con accoglienza e dolcezza verso te stesso.

Come eseguire
  • Inginocchiati sul pavimento.
  • Unisci i piedi e separa le ginocchia.
  • Inclinati in avanti e metti i palmi fra le ginocchia sul pavimento, con le dita rivolte verso i piedi. La posizione della mano dovrà essere regolata in base alla comodità e alla flessibilità. Unisci i gomiti e gli avambracci.
  • Inclinati ulteriormente in avanti e appoggia l’addome sui gomiti ed il torace sulla parte superiore delle braccia.
  • Allunga le gambe indietro in modo che siano dritte ed unite.
  • Contrai i muscoli e lentamente alza il tronco e le gambe in modo che siano orizzontali rispetto al pavimento. Tutto il corpo dovrebbe essere quindi in equilibrio solo sui palmi delle mani.
  • Cerca di sollevare ulteriormente le gambe e i piedi, applicando più sforzo muscolare e regolando l’equilibrio del corpo. Nella posizione finale, il peso del corpo deve essere sostenuto dai muscoli dell’addome e non dal petto.
  • Mantieni la posizione finale per un breve periodo senza forzare, poi con attenzione ritorna alla posizione di base.
  • Questo è un ciclo di Mayurasana.
  • L’asana può essere ripetuto solo quando il respiro è tornato alla normalità.
Variazioni
  • Con supporti: essendo una posizione molto difficile, già trovare un corretto posizionamento dellebraccia è un buon allenamento. Concentrati su mani, polsi e braccia mantenendo il corpo proteso con i piedi in appoggio. Puoi allenarti anche posizionando dei brick sotto la testa e i piedi per aumentare l’intensità e comprendere come bilanciare il peso di parte superiore e inferiore del corpo.
  • Padma Mayusarana è un’altra variazione che si esegue con le gambe incrociate: essendo la leva degli arti inferiori più corta, risulta più semplice da eseguire, ma è comunque molto intensa.
  • Consiglio di posizionare un cuscino davanti alla testa in modo che, se perdi l’equilibrio, poggerai sul morbido.

    Padma Mayurasana

Benefici fisici
  • Mayurasana (my-yer-ahs-anna) tonifica e rivitalizza l’addome.
  • Aiuta a correggere gli squilibri al centro dell’ombelico, in particolare con stomaco, fegato, intestino, reni, milza e pancreas. La digestione è altamente stimolata, riducendo la costipazione e la produzione di tossine nell’intestino.
  • La posa rafforza i polsi, le braccia, le spalle e la parte posteriore delle gambe e del busto.
Benefici energetici

Il pavone è l’uccello nazionale dell’India. Simboleggia la grazia, la bellezza e l’amore. Si ritiene che sia stato creato da una piuma di Garuda (l’uccello che porta il Signore Vishnu). Ci vorrà del tempo per sviluppare la grazia e la tranquillità che presenta il nome di questa posa. Tuttavia, praticare questa posa sarà purificante e corroborante. Il fuoco digestivo rilasciato nella posa susciterà coraggio, fiducia in se stessi e vitalità. Ti permetterà di “digerire” più del semplice cibo e di aiutarti a superare emozioni negative come rabbia, ansia o tristezza.

Controindicazioni

Evita Mayurasana se hai lesioni al polso o al gomito o se soffri di ipertensione, ernia o ulcere. Anche le donne in gravidanza, o con le mestruazioni, dovrebbero evitare questa posa.

Cosa produce

E’ un esercizio difficile, ma molto importante. Oltre a regolare l’equilibrio, ha un’efficacia notevole su tutti gli organi della cavità addominale e sul pancreas, e ancor di più sull’intestino. In India veniva in passato usato anche come rimedio contro certi tipi di veleno (per lo stimolo che provoca alla digestione).

Chakra attivato

Manipura chakra.

In quali attività

Potrai eseguire questa asana in tutte le pratiche yoga: dall’Hatha yoga allo Yoga in volo, dal Flow Yogaallo Yoga con i bambini. Si utilizza anche nel corso “Genitori e figli incontrano lo yoga“. Vi aspetto a Cittadella e a San Martino di Lupari.