fbpx
Cittadella: Lunedì - Mercoledì - Venerdì 08 -22 | Martedì e Giovedì 07-22 | Sabato 09 - 13 | Domenica 9 -13 | San Martino di Lupari: Lunedì - Martedì - Mercoledì - Giovedì - Venerdì 08 -22 | Sabato 10 - 16
Chiamaci: 049 597 9264
Cittadella: Lunedì - Mercoledì - Venerdì 08 -22 | Martedì e Giovedì 07-22 | Sabato 09 - 13 | Domenica 9 -13 | San Martino di Lupari: Lunedì - Martedì - Mercoledì - Giovedì - Venerdì 08 -22 | Sabato 10 - 16
Chiamaci: 049 597 9264
Blog
  • Home Page
11
04
2022

Yoga in volo: terzo chakra

Scritto da Giada Tessari 0

Nella pagina del sito dedicata allo Yoga in volo spiego che questa attività è un’attività sportiva di ginnastica finalizzata alla salute e al fitness così chiamata perché si svolge con l’utilizzo di un’amaca. Si inizia con una fase di rilassamento in amaca per poi procedere con una serie di asane volte a stimolare ogni volta catene miofasciali diverse, si termina con un rilassamento in amaca. Nella scelta delle asana da proporre si tiene conto dello sviluppo del corpo e del sistema nervoso, poiché prima si crea il recipiente, poi il contenuto, poi la forza che lo gestisce, quindi l’amore, la voce, la mente e così via, non si potrà iniziare se non dal primo chakra, dalle radici e dal radicamento. In questo articolo, dopo aver visto in un precedente articolo le asana del primo e del secondo chakra,  ti mostrerò alcune delle asana che lavorano sul terzo chakra, ovvero Manipura Chakra, il chakra del potere personale, da effettuare con le amache.

Navasana, la barca

Il terzo chakra ha sede nella regione del plesso solare, la sua forza è la forza del nostro addome, quindi la barca è la posizione per eccellenza per sentirlo fisicamente. La posizione è quella della foto ma con le mani che trovano aiuto e appoggio nell’amaca mentre si sta seduti sul mat.

I guerrieri

Adoro le tre posizioni del guerriero dello Yoga! Il guerriero del praticante di yoga è un guerriero di pace, luce e amore. E’ un guerriero che combatte per realizzare il suo Dharma, la sua missione, ciò per cui è stato chiamato in questa vita. Ognuno di noi, attraverso la pratica, può coltivare in sé le qualità del guerriero, e comprendere e realizzare il proprio personalissimo Dharma, la propria missione. Lo scopo che rende ognuno di noi unico e insostituibile sulla terra. Fisicamente ed energeticamente le posizioni del guerriero donano radicamento e stabilità, in particolare vanno a lavorare sulla nostra forza e la nostra determinazione, ci aiutano a trovare focus e quella chiarezza di visione che ci serve per trovare e svolgere il nostro compito. Sono tre:

  • Virabhadrasana 1: il guerriero prende l’energia per il suo cammino;
  • Virabhadrasana 2: il guerriero fissa la meta, scegli l’obiettivo e prende la mira;
  • Virabhadrasana 3: il guerriero parte come una freccia verso il raggiungimento del suo obbiettivo.

Se vuoi provare non ti resta che venire a praticare con noi.