Lunedì - Mercoledì - Venerdì 08:00 - 22:00 | Martedì - Giovedì 07:00 - 22:00 | Sabato 09:00 - 18:00
Chiamaci: 049 597 9264
Lunedì - Mercoledì - Venerdì 08:00 - 22:00 | Martedì - Giovedì 07:00 - 22:00 | Sabato 09:00 - 18:00
Chiamaci: 049 597 9264
Blog
  • Home Page
30
01
2019

La cellulite

Scritto da Giada Tessari 0

Termine che manda nel panico tutte le donne…tutto sommato è un termine democratico che non fa preferenze per nessuna: anche le magre ne possono soffrire e ultimamente anche gli uomini!

Ma andiamo per ordine.

Che cos’è la cellulite?

È un patologia, in suffisso finale “-ite” indica in medicina che c’è uno stato infiammatorio in atto. Il termine tecnico “dermo-ipodermo-pannicuopatia-edemato-fibro-sclerotica” indica un’alterazione localizzata nel derma e nell’ipoderma che interessa:

 

  • il pannicolo adiposo (panniculopatia),
  • con caratteristiche edematose (ovvero accumulo di liquidi fuori dai vasi),
  • di fibrosi (aumento delle fibre reticolari),
  • di sclerosi (aumento delle fibre elastiche e del tessuto cicatriziale).

Ovvero, i vasi non sono più in grado di portare ossigeno ai tessuti, né di ripulirli da sostanze tossiche, portando ad una tossicosi progressiva dei tessuti.

Quali le cause?

Molteplici! Si va dall’uso di estrogeni e della pillola fino alla gravidanza, dal fumo all’accesso di consumo di alcool e cimi salati e/o zuccherati, da componenti genetiche all’eccesso di grassi saturi nell’alimentazione quotidiana, dalla sedentarietà ad un’insufficienza linfatica o epatica.

Cosa fare?

Riflettendo sul fatto che il ruolo del tessuto adiposo è quello di deposito, e che la cellulite è un’intossicazione di questi depositi, la soluzione ottimale passa per:

  1. terapia alimentare disintossicante a base di acqua e antiossidanti,
  2. attività fisica mirata in base alle caratteristiche della patologia nel singolo soggetto.

Quanto al punto due, è fondamentale osservare che nel linguaggio comune sotto l nome di cellulite, si identificano più situazioni che possono avere cause diverse e in realtà portare alla luce realtà diverse che andranno di conseguenza affrontate in modi diversi. Principalmente si tratta di:

  1. disarmonie della silhouette,
  2. adiposità localizzate,
  3. PEFS.

Nei prossimi articoli prenderemo in esame ciascuno dei tre punti presentando le caratteristiche, il trattamento consigliato e le attività migliori con un esempio di scheda di body building e una di fitness.

Nel frattempo, chiedi consiglio presso le nostre due sedi, sia di Cittadella che di San Marino di Lupari,  ai tuoi insegnanti di corso, o ai nostri personal trainer ed istruttori di sala, tutti laureati in Scienze Motorie.