Lunedì - Venerdì 08:00 - 22:00 | Martedì e Giovedì dalle 6.00 | Sabato 09:00 - 18:00 | Domenica 09:00 - 13:00
Chiamaci: 049 597 9264
Lunedì - Venerdì 08:00 - 22:00 | Martedì e Giovedì dalle 6.00 | Sabato 09:00 - 18:00 | Domenica 09:00 - 13:00
Chiamaci: 049 597 9264
Blog
  • Home Page
24
07
2018

I cinque elementi e la medicina cinese

Scritto da Giada Tessari 0

L’energia nell’universo e negli esseri viventi è caratterizzata, secondo la Medicina Cinese, da qualità essenziali cui si da nome di cinque elementi: legno, fuoco, terra, metallo, acqua.

La Scuola Filosofica Naturalistica (350 – 270 a.C.), la stessa che aveva sviluppata la teoria dello yin yang, sviluppò in tempi più tardi anche la teoria dei Cinque Elementi. Essa osservò che le relazioni tra i fenomeni dell’universo possono essere ricondotti a cinque entità simboliche, quella del legno, del fuoco, della terra, del metallo, dell’acqua.

Wu vuol dire cinque e xing significa elemento, movimento, processo, condotta; wu xing viene tradotto come “cinque elementi”, “cinque fasi”, “cinque agenti”, ma ancor più diffusamente come “cinque elementi”: ognuna di queste traduzioni è valida, se vi è la chiara comprensione che si fa comunque riferimento non ai costituenti materiali dei fenomeni naturali, ma alle loro cinque qualità essenziali, ai cinque movimenti e alle cinque fasi di un processo ciclico di alternanza. Legno, fuoco, terra, metallo e acqua sono perciò i cinque emblemi, indicanti ognuno una categoria di funzioni e qualità tra loro collegate; e, in quanto tali, costituiscono la base di un sistema complesso di corrispondenze che governa il macro e il microcosmo.

La teoria dei cinque elementi è uno dei pilastri del pensiero cinese, di cui si avvale anche la medicina tradizionale. La costituzione dell’individuo, infatti, dipende dal prevalere di uno dei cinque elementi: legno, fuoco, terra, metallo, acqua. La loro influenza riveste un ruolo fondamentale, nella personalizzazione della cura e nella prevenzione.

Si tratta di 5 processi fondamentali, 5 fasi del ciclo, 5 qualità, 5 possibilità di cambiamenti di un fenomeno. Ad ognuno di loro corrisponde una stagione, un clima, un organo, un’emozione, un suono, un sapore, un’azione, un colore,un meridiano collegato e sono estremamente connessi l’uno con l’altro.

In base a questa corrispondenza siamo in grado di capire correlazioni tra organi, emozioni e disturbi o sofferenze.

Le corrispondenze dei Cinque Elementi in natura

 

Legno Fuoco Terra Metallo Acqua

Stadio di sviluppo
Nascita Crescita Trasformazione Raccolta Messa in riserva
Direzione Est Sud Centro Ovest Nord
Stagione Primavera Estate Breve periodo alla fine di ogni stagione Autunno Inverno
Clima Ventoso Caldo Umido Secco Freddo
Colore Verde- azzurro Rosso Giallo Bianco Nero
Sapore Acido Amaro Dolce Piccante Salato
Odore Rancido Bruciato Fragrante, dolciastro Acre, come di carne cruda che incomincia a putrefare Putrido
Pianeti Giove Marte Saturno Venere Mercurio
Yin yang Yang minimo Yang massimo Bilanciamento Yin minimo Yin massimo
Cereali Grano Riso Mais Avena Piselli – Soja
Esseri viventi Pesci Uccelli Umani Mammiferi Animali con conchiglia

 

Le corrispondenze dei Cinque Elementi nell’uomo

Legno Fuoco Terra Metallo Acqua
Organi yin Fegato Cuore Milza Polmoni Reni
Organi yang Vescica biliare Intestino tenue Stomaco Intestino crasso Vescica
Organi di senso Occhi Lingua Bocca Naso Orecchie
Tessuti Tendini Vasi Muscoli Cute Ossa
Emozioni Collera Gioia Riflessione Tristezza Paura
Spiriti Anima eterea /hun Mente/shen Intelletto/yi Anima corporea/po Volontà/zhi
Suono della voce Gridante Ridente Cantante Piagnucolosa Lamentosa

 

Relazioni con i principali disturbi

Legno: infiammazioni, cattivo umore/aggressività, mancanza di equilibrio, malattie del cuoio capelluto, di occhi, tendini e muscoli.

Fuoco: disinteresse per l’altro, rancore, disturbi sessuali, tono alto della voce e sovraeccitazione, febbre, palpitazioni, malattie dell’orecchio e sudorazione.

Terra: ossessioni e autocommiserazione, alitosi, perdita dei ritmi (sonno, ciclo mestruale, respiro) e della coordinazione, insicurezza e infertilità.

Metallo: anergia (mancanza di energia), depressione, assimilazione, malattie delle vie respiratorie, della pelle e dell’intestino crasso.

Acqua: mancanza di fiducia in se stessi, paura, scarsa vitalità, spossatezza, senso di soffocamento, disturbi al sistema venoso e linfatico, disturbi renali ed endocrini.

Curiosi? I mercoledì in pausa pranzo a Cittadella è iniziato da poco un corso che osiamo definire “fantascientifico”: lo yoga che incontra la Medicina Cinese e la fisica quantistica. Chiedi in segreteria.