Lunedì - Venerdì 08:00 - 22:00 | Martedì e Giovedì dalle 6.00 | Sabato 09:00 - 18:00 | Domenica 09:00 - 13:00
Chiamaci: 049 597 9264
Lunedì - Venerdì 08:00 - 22:00 | Martedì e Giovedì dalle 6.00 | Sabato 09:00 - 18:00 | Domenica 09:00 - 13:00
Chiamaci: 049 597 9264
Blog
  • Home Page
10
01
2018

Rilassamento muscolare progressivo

Scritto da Giada Tessari 0

Si è soliti pensare al rilassamento come qualcosa che viene evocato da fuori (“mi rilasso ascoltando la musica, dipingendo, colorando mandala, correndo, etc..”) oppure dall’interno, in particolare dalla nostra mente (pensate ad esempio allo Yoga, alla meditazione o al Training Autogeno). In realtà è possibile raggiungere uno stato di rilassamento mentale anche partendo dal nostro corpo, ed in particolare dai vari distretti muscolari che lo compongono.

Il rilassamento muscolare progressivo (Progressive Muscle Relaxation) è una tecnica ideata negli anni Trenta dal medico e psicofisiologo statunitense E. Jacobson, che potete trovare anche con il nome di “rilassamento di Jacobson”. Il rilassamento progressivo di Jacobson ci permette di focalizzare la nostra attenzione su una serie di esercizi muscolari che, poco a poco, alleviano le tensioni e soprattutto, ci allontanano da quelle idee distruttive che ci provocano malessere e ci rendono indifesi.

Possiamo definire il rilassamento muscolare progressivo come un addestramento che ha come obiettivo l’insegnare ad una persona a ridurre la tensione muscolare e altre manifestazioni somatiche che accompagnano l’ansia. Tutto il training si basa sull’alternanza della contrazione/rilassamento di tutti i distretti muscolari al fine di ottenere un rilassamento globale che interessi tutto il corpo.

È una tecnica che può essere eseguita in qualsiasi luogo, quindi di facile praticabilità,; nella fase iniziale è però necessario apprendere la tecnica da un trainer qualificato, in seguito sarà possibile eseguirla in totale autonomia. Questo perché la guida di un esperto:

  • Aiuta ad eseguire gli esercizi nel modo corretto;
  • Corregge eventuali difficoltà nell’esecuzione;
  • Aiuta a mantenere una costanza nell’allenamento;
  • Motiva a trovare uno spazio fisso per dedicarsi a sé.

Il rilassamento muscolare progressivo può essere utile in particolare a chi:

  • Sta attraversando momenti di stress elevato (carico di lavoro eccessivo, difficoltà economiche, familiari, affettive) che provocano sintomi come mal di testa, sonno agitato, difficoltà a mantenere la concentrazione, capogiri, dolori muscolari;
  • Sperimenta una tensione muscolare elevata, con conseguenze quali cefalee muscolo-tensive, dolori alla schiena, insonnia..;
  • Si sta avvicinando al parto;
  • Sperimenta un dolore cronico;
  • Desidera migliorare il proprio benessere psicofisico.

Il training di rilassamento muscolare progressivo risulta utile per questi aspetti:

  • In ambito sportivo:
    • Abbassa la tensione pre-agonistica favorendo il sonno, il rilassamento sia fisico che psichico;
    • Favorisca il recupero rapido della fatica (molti atleti si servono delle tecniche di rilassamento come sistema per non continuare a restare agganciati alla prestazione appena conclusa);
    • Determina una condizione di benessere;
  • Favorisce il sonno. Il rilassamento sia fisico che psichico;
  • Rilassa l’intero organismo, oltre alla mente e ai muscoli, anche organi interni e visceri, risultando utilissimo in caso di problematiche psicosomatiche.

Da venerdì 9 febbraio, per tre venerdì di seguito, un’ora di rilassamento muscolare progressivo con la dott.ssa Giulia Fietta: non perdere l’occasione di imparare una tecnica utilissima con un trainer preparato.

Commenta
0

Lascia un commento