Lunedì - Mercoledì - Venerdì 08:00 - 22:00 | Martedì - Giovedì 07:00 - 22:00 | Sabato 09:00 - 18:00 | Domenica 09:00 - 13:00
Chiamaci: 049 597 9264
Lunedì - Mercoledì - Venerdì 08:00 - 22:00 | Martedì - Giovedì 07:00 - 22:00 | Sabato 09:00 - 18:00 | Domenica 09:00 - 13:00
Chiamaci: 049 597 9264
Blog
  • Home Page
09
03
2020

Aggiornamenti Coronavirus

Scritto da Giada Tessari 0

Cari amici,

al fine di comunicare con voi e mettervi al corrente delle leggi in materia di Coronavirus emesse dal nostro Stato, ho pensato di scrivere questo articolo con le immagini del comunicato stampo del Ministero dell’Interno e di quanto previsto nella nostra zona.

E’ un momento difficile che chiede collaborazione a tutti, ecco perchè ho pensato di condividere con voi questa storia per bambini che ha molto da insegnare anche a noi adulti.

Si narra, che in una grande e antica foresta ricca di alberi vivessero anche tantissimi animali. Ma con l’arrivo dell’estate questa foresta divenne arida e secca, con innumerevoli incendi. Il fuoco si diffuse rapidamente e gli animali spaventati, iniziarono a fuggire. In mezzo alla confusione, un piccolo colibrì cominciò a volare nella direzione opposta a quella del resto degli animali.
Volando volando, il colibrì arrivo su un lago e iniziò a prendere piccole gocce d’acqua per gettarle sopra le fiamme. Leoni, giraffe, elefanti e altri animali, stupiti, guardavano il piccolo uccellino fare avanti e indietro. A un certo punto in coro chiesero:
– Cosa stai facendo? Dove stai andando? Perché non scappi dal fuoco?
Il colibrì si fermò solo un momento e rispose:
– Questa foresta è la mia vita, il mio nido e tutto ciò che ho costruito, così come per tutti voi. Non voglio che scompaia e mi farebbe stare molto male sapere che avrei potuto fare qualcosa per salvarla e non ho fatto nulla. Ecco perché sto volando verso il lago nel mezzo della foresta, raccolgo dell’acqua nel mio becco e la butto sopra le fiamme per mitigare il fuoco.
Il resto degli animali rispose:
– Sei pazzo, poche gocce non serviranno per calmare le fiamme. Non puoi spegnerlo da solo.
Allora il colibrì rispose:
– È possibile ma io sto facendo la mia parte. – E continuò il suo instancabile volo verso il lago.

Ecco, in questo momento dobbiamo provare tutti ad essere come il colibrì, restiamo uniti e a presto,

Giada