Lunedì - Venerdì 08:00 - 22:00 | Martedì e Giovedì dalle 6.00 | Sabato 09:00 - 18:00 | Domenica 09:00 - 13:00
Chiamaci: 049 597 9264
Lunedì - Venerdì 08:00 - 22:00 | Martedì e Giovedì dalle 6.00 | Sabato 09:00 - 18:00 | Domenica 09:00 - 13:00
Chiamaci: 049 597 9264
Blog
  • Home Page
28
05
2018

DIP: CLASSIFICAZIONE DEI LIVELLI DI DIFFICOLTA’ DELLE VARIANTI PRINCIPALI

Scritto da Matteo Bozza 0

LIVELLO

DIP PROGRESSIONI

1

DIP CON PIEDI IN APPOGGIO

2

DIP CON PIEDI IN APPOGGIO SU RIALZO

3

DIP NORMALI

4

DIP ZAVORRATI

5

KOREAN DIP

6

RUSSIAN DIP

7

DIP AGLI ANELLI

LIVELLO UNO: con piedi in appoggio

 

 

 

 

 

 

LIVELLO DUE: con piedi in appoggio su rialzo

 

 

 

 

LIVELLO TRE: normali

 

 

 

 

 

LIVELLO QUATTRO: zavorrati

 

 

 

 

 

LIVELLO CINQUE: korean dip

 

 

 

 

 

 

LIVELLO SEI: russian dip

 

 

 

 

 

 

LIVELLO SETTE: dip agli anelli

ALTRE POSSIBILITA’ PER RIDURRE O AUMENTARE LA DIFFICOLTA’

  • DIMINUIRE LA DIFFICOLTA’

Una variante interessante per riuscire ad approcciarsi al movimento delle Dip scalando gradualmente la difficoltà è tramite l’uso delle Loop bands. Questi utilissimi elastici ad anello grazie alle varie resistenze che offrono, permettono di rendere meno pericoloso il passaggio da uno Step al successivo. Questi elastici si possono usare alle parallele o alla sbarra. L’unica accezione negativa che mi sento di puntualizzare è che in parte lo schema motorio con l’uso delle loop bands viene modificato e quindi il loro uso è comunque da limitare qualora ci sia la possibilità di usare correttamente gli Step precedenti.

Le foto sopra illustrano la possibilità di usare la loop band per scaricare il peso corporeo.

  • AUMENTARE LA DIFFICOLTA’

Sempre grazie alle loop bands siamo in grado di aumentare il sovraccarico dell’esercizio, creando una resistenza progressiva se abbiamo la possibilità di usare diversi tipi di elastici. Tra le altre cose essi forniscono un tipo di resistenza molto diverso dal semplice peso attaccato alla cintura e il cambiamento di stimolo può essere senz’altro un’arma da utilizzare in alcune fasi della programmazione di forza, resistenza alla forza o ipertrofia muscolare.

Nel precedente articolo sulle distensioni sulle parallele vi avevamo parlato di alcuni punti fondamentali per eseguire bene le dips, nel prossimo i 12 punti da seguire per eseguirli bene. Nel frattempo non dimenticarti di chiedere consiglio ai nostri istruttori di sala e personal trainers.